Pordenone · Duomo Concattedrale San Marco, Piazza San Marco, 8
ore 16:00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Pordenone

Orchestra da Camera Capella Calliope di Graz

Il Polinote Music Festival rinnova l’appuntamento con la prestigiosa Orchestra da Camera Capella Calliope della Universität für Musik und darstellende Kunst Graz (Austria), formata da alcuni dei migliori giovani talenti a livello internazionale.

Il gruppo esegue regolarmente Cantate, Messe e Oratori di tutte le epoche non solo a Graz, ma anche a Vienna, in Germania e in Ungheria, riscuotendo ovunque unanimi consensi.

Direzione di Anke Schittenhelm.

Con la speciale partecipazione di Torrin Williams chitarra solista.

L’orchestra eseguirà musiche di J.S Bach e E. Grieg.

Una collaborazione, quella tra Polinote e l’Università della Musica delle Arti e dello Spettacolo di Graz, che risale a diverse edizioni fa e che negli anni si consolida e rinnova, ospitando ogni anno nel Festival i giovani talenti della più antica Università di Musica dell’Austria.

Torrin Williams, chitarra

In collaborazione con la Parrocchia del Duomo Concattedrale di San Marco Evangelista in Pordenone

  • Torrin Williams

    “A nome di tutti i chitarristi di questo paese devo dire che sono molto orgoglioso di lui. Ci ha reso tutti orgogliosi. Ha una musicalità incredibile. Adoro il suo modo di suonare. Penso che sia assolutamente unico e speciale”.

    — Miloš Karadaglic

    “Ho trovato in lui una presenza scenica piuttosto affascinante; ha suonato moltissimo per noi donandosi totalmente. Era immerso nel suo mondo, il che era magnetico. Il suono della chitarra non solo si proiettava naturalmente nell’enorme sala da concerto, ma il musicista riusciva ad attirarci verso di lui…il suo è un vero dono”.

    — Alison Balsom

    Torrin Williams si è distinto come uno dei principali chitarristi classici della sua generazione, elogiato per la sua “straordinaria musicalità” (Miloš Karadaglić) e “ipnotica presenza scenica” (Alison Balsom).

    Al suo debutto televisivo nel 2018, Torrin è apparso come finalista nella categoria Strumenti a corda al BBC Young Musician of the Year, una performance trasmessa in diretta su BBC 4 e BBC Radio 3. Nello stesso anno, ha tenuto il suo recital di debutto da solista alla prestigiosa Wigmore Hall di Londra. I premi più recenti di Torrin includono il 2° Premio al 10° Concorso Internazionale per Giovani Chitarristi Andrés Segovia e il Premio Speciale per la Performance Contemporanea al Concorso chitarristico Anna Amalia del 2021.

    Nel 2022 Torrin ha conseguito il Bachelor of Music con lode presso il Conservatorio reale dell’Aia, nella classe di Zoran Dukić. Attualmente sta frequentando il Master con Paolo Pegoraro e Łukasz Kuropaczewski alla Kunst Universität di Graz, in Austria.

    Torrin ha scelto la chitarra classica all’età di sette anni. Supportato da Music and Dance Scheme, ha frequentato la Guildhall School of Music Junior Department e successivamente la Purcell School for Young Musicians, studiando chitarra classica con Mark Eden e Graham Devine.

    Durante questo periodo, ha partecipato a numerose masterclass sotto la guida di musicisti eccezionali come David Russell, Aniello Desiderio, Pavel Steidl e Rene Izquierdo.

    Ha collaborato con il soprano May Kristen Hegvold e il controtenore Arturo Den Hartog, Torrin esibendosi al Palazzo della Pace dell’Aia, alla Galleria KABK e in numerosi altri luoghi nei Paesi Bassi. È stato inoltre componente integrante del National Youth Guitar Ensemble, di cui è stato nominato leader dal 2014 al 2018.

    Dal 2019 Torrin si esibisce insieme al collega chitarrista classico Jose Carreiro. Avendo beneficiato degli studi con Petrit Ceku e il Duo Melis, questa collaborazione ha dato a Torrin l’opportunità di realizzare molti nuovi ed entusiasmanti arrangiamenti per duo di chitarre, che vanno dalle opere per pianoforte di Gershwin e Čajkovskij, alle opere orchestrali di Villa-Lobos e De Falla. Una selezione dei suoi arrangiamenti può ora essere acquistata attraverso il suo sito web.

    Torrin suona una chitarra Montagnana del 2019 di Otto Rauch.