stefano bet flautista polinote music festival
Pordenone · Ex Convento di S. Francesco, Via della Motta, 13
ore 21:00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Pordenone

Musiche nei tempi del Pordenone e del Grigoletti

Invenzione e improvvisazione musicale tra Rinascimento e primo Romanticismo

ExTempore
Invenzione e improvvisazione nello stile antico

Stefano Bet
flauti

Programma

  • Inventio I Exordium
  • Inventio II Tenor
  • Inventio III Bassus
  • Inventio IV Hyperbole
  • Inventio V Bach
  • Inventio VI Conclusio

Flauteria

  • traversa soprano in sol A442, legno di bosso, sec XVI (Canevari 1988)
  • traversa soprano in la A440, legno di rosa, sec XVI (Anonimo1988)
  • traversa tenore in re A388, ciliegio, Rafi sec. XVI (Bet Zucchetto 2014)
  • traversa basso in sol A444, sicomoro, Rafi sec. XVI (Cousen & Hanson 1978)
  • flauto diritto tenore in do, acero, A460, Bassano sec. XVII (Anonimo 2001)
  • flauto diritto soprano in do, bosso e ciliegio, A442, van Eyck sec XVII (Canevari 1989)
  • flauto traveresiere, bosso, A392, Hotteterre fine sec. XVII (Tutz 1988)
  • flauto traverso, bosso, A445W. Laussmann, 6 chiavi, (Linz/Wien 1840)
  • flauto militare, acero, A460, Alta Austria sec XVII

Programma

Recital di nuova concezione, flauti di varie taglie e diapason in uso a Venezia, in Friuli e nell’Europa tra Rinascimento e primo Romanticismo. Invenzione, improvvisazione, arie, balli, corali, ricercare, preludi, fantasie, diminuzioni, variazioni in linea con lo stile compositivo ed esecutivo del periodo.
Concerto già suonato e in varie città italiane ed europee.

  • Stefano Bet

    Stefano Bet è uno dei flautisti italiani più innovativi della sua generazione.

    Suonatore di flauto traverso barocco, classico, rinascimentale e flauto dolce, si è perfezionato con i migliori specialisti del settore, tra gli altri i fratelli Kujiken e N.Harnoncourt, a Padova, Venezia, Roma, Paesi Bassi, Antwerpen, Basel, Salzburg.

    In linea con la tradizione dei musicisti che dal Friuli si spostarono a Venezia tra Rinascimento e Barocco, Stefano debutta nel 1983 al Festival Vivaldi Venezia (Fondazione Cini). Partecipa poi come solista, camerista e in orchestra a molti festival e rassegne internazionali come l’Accademia di Santa Cecilia a Roma, Accademia Chigiana di Siena, Teatro alla Scala Milano, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro La Fenice Venezia, Festival del Lingotto Torino, Bologna Festival, Amici della Musica di Palermo, Asolo Musica, Teatro RTSI Lugano, Mozarteum Salzburg, Musikverein Wien, Théâtre des Champs-Élysées Paris, Concertgebouw Amsterdam, Barcelona Palau de la Música, Musikfestspiele Potsdam, Beethoven Festiwal Warszawa, Seviqc Brežice Festival, Brugge Musica Antiqua Festival, Festival Oude Muziek Utrecht, poi Europa, America e Asia.

    Nei decenni ha collaborato con Ilario Gregoletto, I Sonatori de la Gioiosa Marca, Diego Fasolis & I Barocchisti & Coro della Radio Svizzera, Orchestra del Teatro alla Scala, Orquesta Barroca de Sevilla, Orchestra da Camera Europea, Modo Antiquo Firenze, Michael Radulescu, Streicherakademie Bozen, Orchestra del Teatro La Fenice, Philippe Jaroussky, Giuliano Carmignola, Nancy Argenta, Collegium Cartusianum Köln, Andrea Marcon, Chœur de Radio France, Cecilia Bartoli, Concerto Armonico Budapest, Sergio Azzolini e molti altri.

    Esperto conoscitore del repertorio cameristico e orchestrale antico, anche il solo recital “Del sonar con ogni sorte de flauti” ha avuto un buon successo di pubblico e critica.

    Stefano ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche e televisive, Cd e Video per Tactus, Stradivarius, Amadeus, Centaur, Cpo, Arts, Naxos, Chandos, Glossa, Emi, Decca, Arte, Virgin, Erato, Sony, ottenendo riconoscimenti dalla critica specializzata.

    Appassionato insegnante, attivo nella ricerca musicologica, organologica e nella liuteria, cofondatore nel 1991 della Scuola di Musica Antica di Venezia, ha tenuto corsi e masterclass presso varie istituzioni come l’Accademia Europea di Musica Antica di Bolzano, Teatro La Fenice di Venezia, Tartini Festival Pirano, Accademia di Musica Antica di Pistoia, JSKD Slovenija, The Arts Council of Wales, Cité Internationale Universitaire de Paris.

Precedente

HackOut!

Successivo

Neri Per Caso